IMG Generica

TIROCINI FORMATIVI GRATUITI

Il 29 ottobre 2012 è stato pubblicato da Italia Lavoro – nell’ambito del Programma AMVA promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il contributo dei PON del Fondo Sociale europeo 2007-2013 “Azioni di sistema” e “Governance e azioni di sistema” il secondo Avviso pubblico rivolto alle imprese per l’avvio di Botteghe di Mestiere e ai giovani per la formazione on the job nei mestieri a vocazione tradizionale.

I tirocini avranno una durata semestrale. Per ciascuna Bottega di Mestiere, che potrà ospitare 20 giovani (10 per ogni semestre), i quali potranno acquisire competenze professionali in attività legate alle produzioni tradizionali caratteristiche del territorio, sono previsti complessivamente 2 cicli di tirocinio, per una durata complessiva di 12 mesi.
 
A favore dei tirocinanti è prevista una borsa di tirocinio pari a 500 euro al mese per un massimo di complessivi 3.000 euro. Le risorse complessive previste per la realizzazione delle azioni ammontano a 6.480.000 euro.
 
Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione delle imprese è fissato al 03/12/2012.

Benefici per le aziende
. Tutte le aziende/imprese che parteciperanno al bando, in caso di approvazione, potranno avviare, senza sostenere alcun costo, dei tirocinanti a supporto delle proprie attività. Per ogni tirocinante avviato, riceveranno un bonus mensile di €. 250,00 per tirocinante avviato per l’intero periodo della durata progettuale (12 mesi).

Benefici per i giovani
, di età compresa tra i 18 e 28 anni che presenteranno domanda di partecipazione, in caso di selezione, a fronte di un impegno di almeno 30 ore settimanali, riceveranno un compenso di €. 500,00 mensili per l’intero ciclo di tirocinio (6 mesi).

Attività: si riporta l’elenco delle attività con i relativi codici ATECO per le quali le aziende possono partecipare. (scarica)

Per info e supporto gratuito in merito all’accesso alle agevolazioni, le imprese possono contattare il Centro Studi SVI.ME. ai seguenti recapiti:

  • Cell. 328.8239936
  • e-mail. presidente@svime.org

4 commenti

  1. c) Una volta individuato il tirocinante, e comunque entro 15 gg. dalla data di iscrizione al sito http://www.tirocini.org, l’azienda trasmette a CNA Servizi la richiesta di attivazione del tirocinio utilizzando il modello di richiesta di attivazione tirocinio B e, contestualmente, azienda cancella l’iscrizione dal sito. La richiesta è corredata da iscrizione al CI del tirocinante non antecedente i 3 mesi e copia del documento di identità del legale rappresentante dell’impresa.

  2. Altri 50, tra ragazzi e ragazze, hanno da poco avviato un periodo di tirocinio nelle Direzioni regionali e presso l’Avvocatura nell’ambito del progetto Giovanisì. Tocca così quota 100 il numero di coloro che nel 2012 hanno avuto accesso al percorso di formazione e lavoro in uffici della Giunta regionale. Ricordiamo che il periodo di tirocinio, massimo 6 mesi, è destinato ai giovani laureati entro 12 mesi dal conseguimento della laurea, con diritto ad un rimborso spese di 500 euro lordi al mese. Da giugno 2011 i tirocini ammessi al contributo regionale sono stati in tutto 3.000, in media 400 tirocini attivati al mese. Le aziende inserite nel database di Giovanisì sono 2.000, mentre più di quattro rapporti ogni dieci si sono trasformati in assunzioni o contratti post tirocinio.

  3. Riscoprire la sapienza delle mani. La creatività e l’intelligenza che passano attraverso la manualità, conferisce un surplus di valore alle produzioni che caratterizzano il “Made in Italy”. Ripartire in particolare dalle nuove generazioni, per avvicinare i giovani all’artigianato attraverso una reale esperienza di apprendimento sul campo. È questo l’obiettivo delle Botteghe di Mestiere, che – nell’ambito del programma AMVA – hanno la finalità di proporre un modello di formazione rivolto agli under 29 per favorire un processo di riscoperta dei mestieri artigianali. Le botteghe che operano nei territori a livello provinciale, sono costituite da consorzi di imprese e laboratori artigianali. Per ciascuna bottega verranno selezionati 30 giovani disoccupati o inoccupati da inserire attraverso un tirocinio di 6 mesi. Nell’ottica che il vero affare è saper fare, i tirocinanti avranno l’opportunità di apprendere un mestiere a elevata componente manuale e di specializzarsi nei principali comparti del “made in Italy”. I partecipanti – durante il periodo di formazione – riceveranno una borsa mensile di 500 euro, ma soprattutto acquisiranno conoscenze, competenze e capacità per trovare un’occupazione o per avviare un’attività artigianale in proprio. Ogni ciclo di tirocinio prevede l’inserimento in Bottega di 10 giovani. I soggetti ospitanti il tirocinio beneficeranno di un contributo di 250 euro mensili per ciascun tirocinante avviato.

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>