Secondo le disposizioni Inps il Reddito di Cittadinanza è compatibile con lo svolgimento di attività lavorativa da parte di uno o più componenti del nucleo familiare richiedente, purché si mantengano i requisiti economici previsti.

L’importo mensile del Rdc sarà infatti calcolato sulla base dei redditi percepiti, anche se nuovi, che vanno opportunamente comunicati all’Inps.

Ma non fanno parte però dei redditi da comunicare all’Inps, e quindi non influiscono sul diritto alla percezione del Rdc o sull’importo mensile, quelli che derivano da attività socialmente utili, tirocini formativi e di orientamento, compreso il servizio civile, nonché i contratti di prestazione occasionale e libretto di famiglia.